Tutto su Bitcoin Gold

Bitcoin Gold è stata una difficile biforcazione il 24 ottobre 2017 per la criptovaluta open source iniziale. Mentre gli hard fork si verificano per diversi motivi, incluso il ridimensionamento man mano che la base di criptovaluta dei clienti si espande o per “decentrare Bitcoin” a causa di controversie tra sviluppatori e differenze di priorità. Tuttavia, Bitcoin Gold è stato uno dei più grandi fork di bitcoin che sono stati i più discussi. Per ulteriori informazioni, visita Bitcoin Boom.

In superficie, può sembrare paradossale l’idea di “ri-decentrare Bitcoin”. Bitcoin è pensato per essere decentralizzato, simile a tutte le altre criptovalute, non collegato a nessuna banca centrale, paese o ente governativo. Tuttavia, una delle principali preoccupazioni con Bitcoin che ha causato lo sviluppo di Bitcoin Gold non era correlata all’emissione centrale. Era invece legato al processo di estrazione.

Comprensione dell’oro di Bitcoin

Le società minerarie che forniscono una vasta gamma di impianti minerari sono spesso le più redditizie e richiedono attrezzature costose e uniche. Le persone che cercano di estrarre Bitcoin da sole devono passare molto tempo a costruire le loro piattaforme o passare attraverso questo processo poiché i loro computer non possono competere con piattaforme professionali.

Uno degli scopi principali di Bitcoin Gold era quello di modificare l’algoritmo con cui viene sfruttata la criptovaluta stessa in modo che il mining non possa funzionare più velocemente rispetto ai normali sistemi informatici su apparecchiature specializzate. Bitcoin Gold non è il primo grande hard fork di Bitcoin. Il 1 agosto 2017, Bitcoin Cash si è frantumato dalla principale criptovaluta. Un hard cash fork è stato diviso in due valute il 15 novembre 2018: rispettivamente Bitcoin Cash e Bitcoin SV.

Tutto su Bitcoin Gold

Distribuzione, trasparenza e protezione

Oltre all’obiettivo, gli sviluppatori di Bitcoin Gold si sono concentrati su questioni di protezione e trasparenza. Al contrario, Bitcoin Gold intendeva rafforzare la propria privacy non pubblicando informazioni sulle transazioni o indirizzi di portafogli, come lo erano altre catene a sfera (incluso Bitcoin). Il decentramento nella comunità di Bitcoin Gold è essenzialmente previsto come un’iniziativa della comunità open source gratuita. Ma gli hacker e altri attori ostili sono continuamente preoccupati per i pericoli.

Nelle valute virtuali, le catene di blocchi di prova più piccole come Bitcoin Gold sono particolarmente suscettibili agli attacchi del 51% in cui un utente malintenzionato tenta di controllare la potenza o il rischio di calcolo del 51% o più della blockchain. Da quando è stato avviato, Bitcoin Gold ha affermato di aver adottato ulteriori precauzioni di sicurezza, come la protezione completa contro la riproduzione, per preservare gli account e le monete dei suoi clienti. Tuttavia, la blockchain ha subito tre attacchi del 51% e diversi ladri di portafogli BTG.

Nel gennaio 2020 si è verificato un massimo del 51% delle aggressioni. Il primo attacco nel gennaio 2020 ha salvato 1.900 BTG o $ 19.000 per gli aggressori; il secondo attacco è stato preso da alcuni BTG 5.267 o $ 53,00. A seguito della perdita di 388.000 BTG ovvero oltre 18 milioni di dollari nel maggio 2018, l’exchange di criptovalute Bittrex ha scelto di dichiarare la blockchain del Bitcoin Gold (BTG). Il primo evento includeva un aggiornamento Bitcoin Gold all’algoritmo di mining Equihash-BTG.

Storia dell’oro di Bitcoin: inizio e controversia

L’eredità di Bitcoin Gold è controversa sin dall’inizio. Lo stesso giorno dell’introduzione del progetto BTG nell’ottobre 2017, BTG è stata oggetto di un grande attacco DDoS al suo sito cloud. Inoltre, i minerali hanno accusato un designer di Bitcoin Gold di aver aggiunto commissioni minerarie dello 0,5% alla comunità mineraria pochi giorni dopo il suo lancio. 2 C’era anche la preoccupazione che i meccanismi di sicurezza di Bitcoin Gold non fossero così robusti come originariamente promesso e che questi errori avrebbero aumentato il rischio di minacce.

Allo stesso modo, dopo il debutto, Bitcoin Gold ha sviluppato il post-mine relativo agli scambi di criptovalute, poiché è stato considerato l’elenco BTG. Ciò è stato fatto tramite il rapido mining di circa 8.000 blocchi, i cui risultati sono stati etichettati come una sorta di “download” per far crescere e mantenere una rete Bitcoin Gold più ampia. Le altre 95.000 monete sono state stanziate per aiutare lo sviluppo dell’ambiente della comunità BTG.

Tutto su Bitcoin Gold

Disponibilità di Bitcoin Gold su diversi exchange

Un driver principale per determinare le prestazioni a breve e lungo termine è la sua disponibilità negli scambi di criptovalute, come hanno dimostrato gli esempi Bittrex e Coinbase. Per effettuare operazioni, gli utenti devono essere in grado di accedere alla criptovaluta durante gli scambi.

Il futuro di Bitcoin Gold

A lungo termine, Bitcoin Gold conduce ricerche su contratti intelligenti e democrazia blockchain e sviluppa una rete decentralizzata di concessionari fiat-crypto. Secondo la Roadmap BTG 2021, l’interoperabilità, le app, l’infrastruttura e la rete lampo sono le principali aree di sviluppo. BTG rivendica l’intenzione di cooperare con altri blockchain ed ecosistemi in modo bidirezionale, dimostrando che il Phala Network Bridge sta progredendo. 7 Si nota il piano per passare da una struttura di governance basata sul consiglio a un modello DAO contemporaneo.

Le cose principali nel loro stack tecnologico sono state aggiornate e gli aggiornamenti per alcuni di questi elementi sono quasi terminati, come i loro esploratori ed ElectrumG. Al momento, non è necessario disporre di una soluzione di rete Lightning Layer2 mentre i volumi di transazione e le commissioni sono sui suoi radar. BTG lo riconosce.

Tutto su Bitcoin Gold

Leave a Reply

Your email address will not be published.