Criptovaluta: scopri tutto sulle valute digitali

Il mercato delle criptovalute suscita interesse e lascia ancora dubbi a molte persone.

Hai sicuramente sentito parlare di alcune valute digitali: Bitcoin, Ethereum, Dash, LiteCoin, Monero, tra molti altri.

Ma come fai a sapere qual è il migliore per te e come investire in criptovaluta? In questo contenuto parleremo del tema del momento negli investimenti.

Cos’è la criptovaluta?

Si è parlato molto di criptovalute ultimamente e probabilmente ne sentiremo parlare molto di più. Tuttavia, sai cosa sono?

In breve, le criptovalute sono valute digitali create da complessi processi computazionali in computer super potenti.

Questi computer mettono insieme stringhe univoche di numeri e lettere, creando un codice univoco che si traduce in una criptovaluta.

In quanto tali, non sono monete stampate da governi o banche come i soldi tradizionali nei nostri conti o portafogli.

Il primo e più famoso di questi è Bitcoin, creato nel 2008 da Satoshi Nakamoto. Esistono, tuttavia, milioni di altre valute virtuali di cui non hai idea.

Pertanto, è importante conoscere le possibilità, i vantaggi ei rischi di questa strategia di diversificazione e anche i mezzi di pagamento.

Come investire in criptovalute?

Gli ultimi mesi sono stati intensi per chi investe in valuta digitale. Ci sono stati giorni di massimi storici e anche di cadute improvvise.

Certamente era un test per i pazienti cardiaci e serviva a influenzare la propensione al rischio di molte persone.

Ma la svalutazione di alcune criptovalute è un grosso problema o è la possibilità di cogliere l’occasione per comprare basso?

Senza dubbio, il segreto dei grandi investitori è anticipare le tendenze e sfruttare gli asset ribassisti. In questo modo è possibile fatturare nella futura valutazione.

Puoi investire in criptovalute attraverso fondi di investimento che hanno questi asset, ad esempio.

Nei principali broker del paese, questo tipo di investimento è disponibile per qualsiasi investitore.

Quindi, per iniziare a investire in criptovaluta, devi solo conoscere il tuo profilo di investitore. Se non lo sai già, fai il test ora.

Criptovaluta: scopri tutto sulle valute digitali

Criptovalute promettenti

Bitcoin

La valuta virtuale più famosa, senza dubbio, è Bitcoin (BTC). Come accennato in precedenza, un programmatore noto come Satoshi Sakamoto ha introdotto Bitcoin per la prima volta nel 2008.

Ci è voluto circa un anno per estrarre i primi 50 BTC. E così è avvenuta la prima offerta della criptovaluta.

Tuttavia, la grande crescita di Bitcoin è avvenuta nel 2010 con gli aggiornamenti della blockchain.

La caratteristica principale di BTC è che si tratta di un asset decentralizzato. In altre parole, non c’è controllo da parte dei governi o delle banche centrali.

Tuttavia, un investitore di Bitcoin deve informare l’IRS di avere BTC o qualsiasi altra criptovaluta.

Ethereum

Ethereum (ETH) in realtà è emerso come Ether. Tuttavia, nel 2016, c’è stato un furto milionario a causa di un difetto nelle prime versioni.

Di conseguenza, alcuni aderenti a Ether hanno deciso di creare una criptovaluta più sicura. Poi hanno iniziato a chiamare la valuta virtuale Ethereum.

ETH utilizza anche Blockchain per convalidare le transazioni. E proprio come Bitcoin, anche Ethereum richiede il processo di mining.

Litecoin

Un’altra criptovaluta ben nota è Litecoin (LTC), apparsa nel 2011. L’obiettivo era che l’elaborazione delle transazioni fosse più veloce di Bitcoin.

Anche il creatore di LTC Charlie Lee voleva che il data mining fosse diverso. L’idea era che più persone potessero partecipare e produrre la valuta virtuale.

In effetti Litecoin è più veloce, ma è molto lontano dalla popolarità di BTC.

Criptovaluta: scopri tutto sulle valute digitali

6 miti su Bitcoin

In effetti, la mancanza di conoscenza può allontanare le persone da questo tipo di investimento. Oltre ad aiutare a diffondere informazioni errate.

Per chiarire malintesi e chiarire dubbi sulla questione, Daniel Coquieri, che è BitcoinTrade COO, spiega di seguito i 6 miti principali su Bitcoin. Guardare:

1. Bitcoin non è tracciabile

Le transazioni Bitcoin sono infatti tracciabili. Le tecniche per questo sono le stesse utilizzate per tracciare un’e-mail o altre informazioni digitali.

In ogni caso, chi investe in Bitcoin a un certo punto vorrà trasformare le proprie criptovalute in valute tradizionali, come il dollaro o il real.

Per questo, la persona dovrà avere un account su uno scambio. Pertanto, dovrai inviare i tuoi dati personali. Inoltre, dovrai dichiarare questo criptoattivo all’Internal Revenue Service.

2. Bitcoin è illegale

Sebbene non esista ancora una regolamentazione specifica per le criptovalute in Brasile, non è corretto dire che l’operazione con Bitcoin è illegale.

La valuta serve anche come pagamento per vari prodotti e servizi, ad esempio:

E, come abbiamo detto sopra, è necessario dichiarare la proprietà della moneta nell’imposta sul reddito.

Naturalmente, non tutti gli stabilimenti accettano acquisti di Bitcoin. Ma questa è una tendenza che sta guadagnando sempre più attenzione dal commercio.

Criptovaluta: scopri tutto sulle valute digitali

3. Bitcoin si basa su semplici speculazioni

Come metallo prezioso, anche Bitcoin è finito. Perché sappiamo che è limitato a 21 milioni di unità. Non c’è da stupirsi che la criptovaluta sia chiamata “oro digitale”.

Pertanto, il valore di Bitcoin è legato a questa offerta. Pertanto, può subire modifiche anche in base a fattori diversi dalla speculazione, quali:

Piani per regolamentare la valuta digitale;
Commenti di politici sull’argomento; e
L’arrivo di nuovi criptoattivi sul mercato, tra gli altri.

4. È necessario avere l’intero valore di un Bitcoin per iniziare a investire

Infatti, è possibile iniziare a investire in piccole porzioni di Bitcoin. Ogni intermediazione sul mercato stabilisce l’importo minimo per eseguire le richieste.

In questo senso, di solito è possibile iniziare a investire con piccole somme. Con R$50 a R$100 è già possibile per l’utente acquistare alcune frazioni di Bitcoin.

5. Investire in Bitcoin non è sicuro

Bitcoin funziona sulla base della tecnologia blockchain. Cioè, una catena di blocchi di informazioni in cui le transazioni sono compilate in forma crittografata.

In altre parole, è come un “libro libro” che registra gli importi che vengono inviati e ricevuti.

In questo modo, questi dati vengono archiviati in diverse “biblioteche”, rendendo molto difficile la loro eliminazione.

Per accedere a un blocco è necessario decifrare il suo algoritmo e anche quello del blocco precedente, che avrebbe bisogno dell’antecedente e così via.

La blockchain è ancora pubblica, il che significa che tutti possono accedere alle transazioni e anche controllarle.

La sicurezza della rete Bitcoin può ancora essere confermata dal fatto che non è mai stata violata dalla sua creazione nel 2009.

I dati blockchain mostrano ancora che la criptovaluta è attualmente otto volte più potente in termini di sicurezza rispetto alla fine del 2017, quando Bitcoin era quotato a circa $ 20.000.

Criptovaluta: scopri tutto sulle valute digitali

6. Bitcoin è uno schema piramidale

In uno schema piramidale, non sono coinvolti asset. Il denaro si accumula man mano che si uniscono nuovi membri, che sostengono i guadagni di quelli più anziani.

Bitcoin, a sua volta, funziona con una logica molto diversa. È una valuta virtuale, con azioni limitate e quotazioni altamente volatili. Può essere acquistato e venduto come qualsiasi altra valuta al mondo.

Per investire in sicurezza in criptovalute è importante studiare il mercato. Non limitarti a seguire ciò che qualcuno ti ha detto, cerca informazioni convalidate.

Prima di acquistare una criptovaluta, è necessario valutare i rischi e cercare un broker sicuro. In questo modo puoi rispondere alle tue domande sull’argomento.

Valuta digitale brasiliana

In un momento in cui si discute di criptovalute in tutto il mondo, la Banca centrale sta facendo progressi nella creazione della valuta digitale brasiliana.

Real Digital, come verrà chiamato, ha già vinto una serie di webinar. Tra le lezioni c’è “Potencials do Real in formato digitale”.

Secondo Agência Brasil, la Banca centrale ha invitato il professor Robert Townsend, del Massachusetts Institute of Technology (MIT). Il relatore partecipa al progetto per creare il dollaro digitale.

A maggio, quando ha annunciato le linee guida per la creazione del Real Digital, il BC ha spiegato la differenza tra criptovalute e valute digitali.

Lo spiega il coordinatore dei lavori sulla moneta digitale presso la Banca Centrale, Fabio Araujo.

Le criptovalute, come Bitcoin, non hanno le caratteristiche di una valuta, ma di un asset. L’opinione della Banca Centrale sulle criptovalute rimane la stessa:

– queste sono attività rischiose,

– non regolamentato dalla Banca Centrale, e

– devono essere trattati con cautela dal pubblico.

Conclusione

Infine, è importante chiarire che le criptovalute sono un investimento a reddito variabile.

Cioè, ci sono molti rischi e devi assicurarti di essere a tuo agio con le oscillazioni di questo mercato.

Ora che sai cos’è la criptovaluta e come investire in valute virtuali, che ne dici di condividere questo contenuto?

In questo modo, aiuti gli altri che vogliono saperne di più sulle valute digitali e investire meglio.

Criptovaluta: scopri tutto sulle valute digitali

Leave a Reply

Your email address will not be published.